AIDA64 5.99 è disponibile

La nuova versione stabile di AIDA64 è ora in grado di riconoscere le schede video contraffate basate sulle GPU NVIDIA.

I truffatori sono soliti manipolare il BIOS di alcune schede, inserendo un identificativo PCI contraffatto, così come altre informazioni false, al fine di far credere al sistema operativo (e ad altri tool) che queste schede siano molto più potenti e recenti di quanto sono in realtà. Per esempio, le schede video basate sulle vecchie GPU della GeForce GTX 650 sono spesso vendute come GeForce GTX 1050 sui siti d’asta, nei mercatini o da negozi online di dubbia fama.

shot1_fakegpu_it

Andando nella pagina Scheda video / GPU, AIDA64 ora etichetta queste card come [FAKE], ed inoltre ci informa della GPU realmente montata nella scheda.

Per la lista completa delle novità, clicca qui.

Come conoscere la reale capacità dei dispositivi di memorizzazione USB con AIDA64?

Non importa quanta esperienza tu possa avere come informatico, in quanto è praticamente impossibile riconoscere un dispositivo di memorizzazione basato su memorie flash contraffatto, ad esempio una penne USB o una scheda di memoria, solamente dall’aspetto esteriore. Bisogna essere molto cauti quando si acquista questo genere di dispositivi sui siti di aste online, ad esempio eBay, o quando il prezzo è incredibilmente basso. Durante le nostre indagini ci siamo imbattuti in perfette imitazioni marchiate con i loghi di aziende più o meno famose, caratterizzate però da capacità di memorizzazione inferiori da quanto pubblicizzato.

AIDA64 vs. i dispositivi flash contraffatti

In AIDA64 v2.60, e versioni successive, è presente una funzionalità che possiamo utilizzare nel caso si sospetti di aver acquistato una chiave USB o una scheda di memoria contraffatta. Dopo una veloce verifica del dispositivo, il software ci comunicherà con un’accuratezza del 100% se siamo stati ingannati, ritrovandoci con un dispositivo decurtato nelle specifiche, o se siamo stati abbastanza fortunati di aver acquistato un dispositivo economico e pienamente funzionante.

I produttori disonesti solitamente usano il medesimo trucco: questi modificano la reale capacità con una più elevata sovrascrivendo il software che gestisce il controller. Di conseguenza il controller riporterà la capacità fittizia al sistema operativo, il quale non si accorgerà dell’inganno: questo quindi sarà capace di effettuare le operazioni di scrittura, di lettura e di formattazione veloce con qualsiasi file system.

Chiavetta USB contrafatta

Questa chiavetta USB abbiamo ordinato dalla Cina. Avrebbe dovuto essere da 8 GB…

Continua a leggere